SFIDA L’INGIUSTIZIA

Nel mondo, la disuguaglianza all’interno dei paesi sta crescendo enormemente. Con la campagna “Sfida l’ingiustizia” Oxfam vuole fare la sua parte per sconfiggerla.

Republic of You vuole essere un gioco ironico e divertente per approfondire alcune questioni legate al problema della disuguaglianza estrema. La disuguaglianza estrema, però, non è affatto divertente per moltissime persone nel mondo. Attraverso la nostra ampia attività di ricerca e il nostro lavoro a sostegno delle comunità più povere in tutto il mondo, sappiamo che la disuguaglianza è uno degli ostacoli principali alla lotta contro la povertà.

Il divario tra ricchi e poveri sta raggiungendo livelli mai toccati prima.

Lo sapevi che l’1% più ricco della popolazione mondiale possiede più risorse di tutti noi messi insieme? Al momento, appena 62 individui super-ricchi posseggono la stessa ricchezza di 3,6 miliardi di persone, ovvero la metà più povera della popolazione mondiale. Loro continuano ad arricchirsi sempre di più, mentre milioni di persone riescono a malapena a procurarsi il cibo, l’acqua e una casa. In base alle nostre stime abbiamo rilevato che, entro il 2030, 200 milioni di persone si troveranno irrimediabilmente in condizioni di povertà estrema se non interveniamo subito per invertire la tendenza e contrastare la disuguaglianza.

Dal Ghana alla Germania, dall’Italia all’Indonesia, il divario tra ricchi e poveri si sta allargando. Nel 2013, sette persone su dieci vivevano in paesi in cui la disuguaglianza era peggiore rispetto a 30 anni prima. L’estrema disuguaglianza corrompe la politica e ostacola la crescita economica, acuisce le disparità di genere e provoca ripercussioni in ambito sociale e sanitario. Inibisce inoltre la mobilità sociale, condannando alla povertà le famiglie meno abbienti per generazioni, mentre quelle più ricche godono degli stessi privilegi anno dopo anno. La disuguaglianza alimenta la criminalità e i conflitti violenti, con conseguenze dannose per tutti noi ma soprattutto per chi è più povero.

La disuguaglianza estrema minaccia di cancellare i progressi nella lotta alla povertà raggiunti negli ultimi 20 anni. Ma tale tendenza non è inevitabile, è la conseguenza di precise scelte politiche ed economiche. Le cose non devono andare necessariamente in questo modo.

Molte delle domande e delle situazioni presenti in Republic of You si basano su due nostri rapporti: “Partire a pari merito: eliminare la disuguaglianza estrema per eliminare la povertà estrema” e “Un’economia per l’1%: come privilegi e potere in campo economico generano estrema disuguaglianza, e come è possibile spezzare questa spirale”.

In queste due rapporti Oxfam presenta nuove evidenze riguardo l’aumento del divario tra ricchi e poveri e il conseguente indebolimento del processo di eradicazione della povertà.

Se ad esempio nella sola India avvenisse un’immediata inversione di tendenza nell’andamento della disuguaglianza rispetto ai livelli attuali, 90 milioni di donne e uomini potrebbero uscire dalla povertà estrema entro il 2019.

I nostri rapporti approfondiscono le cause dell’attuale crisi della disuguaglianza, proponendo soluzioni concrete per superarla. Con l’obiettivo di spiegare l’impatto dell’aumento della disuguaglianza sia nei paesi più ricchi che in quelli più poveri, siamo partiti da alcuni casi studio emblematici, per poi esplorare come i cittadini e i governi possono darsi da fare.

Il mondo intero è consapevole del divario tra i più ricchi e il resto della popolazione e in molti stiamo già lavorando per creare un mondo più giusto.

Sappiamo però che la lotta contro la povertà non potrà essere vinta se prima non metteremo fine all’attuale crisi della disuguaglianza.